Sicilia
Viaggi

Non solo Palermo: la Sicilia è anche catanese

A cosa si pensa quando qualcuno nomina la regione Sicilia? C’è chi pensa subito alle meraviglie culinarie offerte dalla regione, dai magnifici cannoli agli arancini (o arancine? Non ditelo ai siciliani!) alla pasta alla Norma e ai magnifici agrumi per cui questa regione è famosa. C’è  poi chi pensa alle isole e ai tantissimi luoghi balneari che offre il territorio, e c’è chi pensa a un capoluogo come Palermo, città dalla possente storia, dal misterioso presente, ma anche caratterizzata da tanti luoghi che meritano di essere scoperti: dal Duomo alla spiaggia di Mondello.

Non solo Palermo: scoprire la Sicilia on the road

Non c’è, però, solo Palermo. Negli ultimi anni anche Catania ha accresciuto man mano il proprio bacino turistico, migliorando sensibilmente le infrastrutture e i servizi che la città può offrire a chi decide di visitare la Sicilia, non solo nella parte più occidentale, ma anche nelle sue zone più orientali, verso l’Etna, Catania, Messina e Siracusa. Oggi noleggiare un’auto a Catania per poter visitare tutto l’entroterra circostante è una buona opportunità per viaggiare on the road per l’isola, magari a bordo di un veicolo elettrico e nel rispetto della natura circostante. Anche questo permette una sempre maggior affluenza di turisti in questa porzione della meravigliosa Sicilia, raggiungibile non solo con traghetti e navi crociera, ma anche via aerea.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Catania Food Porn ® (@cataniafoodprn)

La caratteristica principe di Catania, che la rende una delle città più uniche all’interno dell’intero panorama europeo, è quella di sorgere ai piedi dell’Etna, uno dei vulcani più storici e più evocativi quando si pensa a fenomeni meteorologici, naturali e fisici che sono anche andati a caratterizzare la storia della popolazione nei secoli passati. Catania è una cittadina portuale di quasi trecentomila abitanti, densa di monumenti, ampie piazze dove trascorrere i pomeriggi, e anche tanti altri gioielli segreti, molto spesso non pubblicizzati e quindi non conosciuti ai più. In realtà, la presenza sempre maggiore in città di hotel, alberghi e altri servizi di prima qualità da offrire ai turisti, non potrà che facilitarne l’affluenza nella città.

Catania e il suo centro storico patrimonio dell’UNESCO

La bellezza del centro storico della città di Catania è testimoniato dalla decisione dell’UNESCO, a partire dal 2002,di porre sotto il proprio patrocinio la zona barocca del centro catanese insieme a quelle di altre cittadine intorno al capoluogo di provincia: Caltagirone, Militello in Val di Catania, Modica, Noto, Palazzolo Acreide, Ragusa e Scicli.

I monumenti e i punti d’interesse all’interno della città sono molteplici: dal Castello Ursino, con reperti antichi che testimoniano la storicità dell’isola siciliana, alla Cattedrale di Sant’Agata con la sua imponenza e la sua facciata barocca, da Villa Bellini e la principale via del centro, Via Etnea, all’Anfiteatro Romano, alla Fontana dell’Elefante e al Monastero dei Benedettini di San Nicolò l’Arena. Una lunga lista che non finisce certo qui e che dimostra la grande storia di una città percorsa dalla civiltà greca prima, e da quella romana poi, attraversata dalla storia dei Fenici e di altre popolazioni antiche del Mar Mediterraneo. Oggi Catania è una città sempre più aperta ai flussi di turisti e visitatori, attestandosi sempre di più come una perla autentica all’interno dello scenario siciliano: oltre Palermo e le altre meraviglie naturali, anche Catania è quindi una meravigliosa cittadina che merita di essere scoperta.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Palermo Food Porn! (@palermofoodprn)

Non solo Palermo: la Sicilia è anche catanese
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

To Top