Appuntamenti

“Primavera di giugno” di Pino Ciccarelli e il legame fra due generazioni

Venerdì 16 febbraio, ore 18:30, tenetevi liberi. La casa editrice Marotta&Cafiero, infatti, celebrerà l’uscita di un nuovo libro, il secondo di Pino Ciccarelli, intitolato Primavera di giugno.

Avevamo già intervistato l’autore in occasione del suo primo scritto, Magari in un’altra vita, storia di un adolescente sassofonista ambientata negli anni Settanta, periodo che lo stesso scrittore ha vissuto e ha voluto recuperare in una narrazione fatta di musica – l’altra grande passione di Ciccarelli, che è un polistrumentista e insegna educazione musicale in una scuola media –, tabù e nostalgia. Un romanzo corredato da un CD musicale realizzato da lui stesso, dando una melodia al racconto pagina dopo pagina.

Anche nel suo secondo lavoro, Pino ha dato vita a un libro di formazione, incentrato stavolta sull’amicizia tra un uomo di mezza età e un giovane poco più che ventenne. Una storia, questa, in cui i mondi di due generazioni diverse si intrecciano in un unico spazio, sullo sfondo di una cittadina del napoletano, Varcaturo, che l’autore afferma non esistere più o che, forse, non è mai esistita.

Prima di essere una vera e propria ambientazione fisica, la località scelta è innanzitutto, per Ciccarelli, il luogo dei ricordi biografici, di numerose, bellissime estati trascorse lì, nella spensieratezza della giovane età. Così, la città acquisisce nuove forme in Primavera di giugno, idealizzata e ancora sognata dallo scrittore che nel tempo dell’infanzia l’ha impressa nella memoria, trasformandola nella culla della sua immaginazione.

Anche in queste pagine, dunque, le esperienze di vita guidano la penna dell’autore alla scoperta di ciò che appartiene al passato, ma che può tornare sotto nuove forme e nuovi colori, divenendo un luogo in cui due persone, apparentemente così diverse e lontane, si incontrano e scoprono di avere in comune molto più di quanto si possa pensare. Gli anni, quelli dell’età e di un tempo ormai andato, sono superati dalla forza delle emozioni e dei legami che vanno oltre ogni differenza.

E, per lasciare inalterato il legame tra note e scrittura a cui Ciccarelli tiene da sempre, a seguito della presentazione – in cui Pino si racconterà insieme all’editore Rosario Esposito La Rossa – realizzerà in prima persona un set musicale con l’amico e musicista Massimo Capocotta. Anche questa volta saremo guidati dalla sua musica, la quale diviene con molta naturalezza un tutt’uno con l’opera scritta, accompagnando il lettore tra pagine ed emozioni. Oltretutto, a completare l’inaugurazione del nuovo romanzo, vi sarà la proiezione del booktrailer realizzato dal talento artistico di Ugo De Matteo e Giuseppe Di Vaio.

Dunque, il 16 febbraio vi aspettiamo presso La Scugnizzeria (sita in Melito di Napoli, via Circumvallazione Esterna 20/A – Fab. B 22), casa della Marotta&Cafiero editori. Per eventuali prenotazioni, si può contattare telefonicamente la segreteria della sede stessa, che risponde al numero 08118746716.

*Foto di Ferdinando Kaiser©

“Primavera di giugno” di Pino Ciccarelli e il legame fra due generazioni
Clicca per commentare

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top