Lucca: la perla della Toscana

lucca-2

Tra Pisa e Firenze, nel cuore della Toscana, percorrendo alcune strade ombreggiate dalle colline, è possibile scoprire un’altra città dall’inestimabile valore storico e artistico: Lucca. Con i suoi circa novantamila abitanti, essa è sicuramente tra i capoluoghi di provincia più belli d’Italia. Non a caso, moltissimi stranieri da tutto il mondo l’hanno scelta come luogo per comprare casa e per trascorrerci le proprie vacanze.

Simbolo della cittadina è la cinta muraria cinquecentesca, mai usata per ragioni militari, la quale circonda integralmente, per circa quattro chilometri, il centro urbano. Oggi, le mura si sono trasformate in viali alberati per il passeggio, sia a piedi che in bici, assumendo una veste elegante e suggestiva. Al loro interno si sviluppa, invece, quella che fu la città-stato, ricca di vicoli medievali e di palazzi del periodo comunale e rinascimentale. Lucca, tuttavia, è conosciuta soprattutto come la città delle cento chiese, per le numerose strutture religiose di particolare pregio. Tra queste, innanzitutto la Cattedrale di San Martino, risalente al 1200, la quale ospita diversi capolavori, come il Volto Santo di Matteo Civitali, il Monumento Funebre a Ilaria del Carretto di Jacopo della Quercia, la pala dell’altare, opera del Ghirlandaio e l’Ultima cena di Tintoretto. Poco distante si trova, poi, la Chiesa di Santa Maria Forisportam, con all’interno ben due opere di Guercino. In aggiunta, degne di nota – oltre a quella dei Santi Giovanni e Reparata e a quella di Santa Maria della Rosa – sono anche la Chiesa di San Michele in Foro, che svetta sull’omonima piazza, e la Basilica di San Frediano – il santo patrono – che sulla facciata espone un vasto mosaico rappresentante l’Ascensione.

Passando agli edifici civili, è impossibile non notare le altissime Torre Delle Ore e Torre Guinigi, che, alla sua sommità, presenta addirittura un giardino. Notevole è, poi, anche la Villa di Paolo Guinigi, ospitante il Museo Nazionale, mentre la Pinacoteca Nazionale – con opere, per citarne alcuni, di Vasari, Tintoretto, Domenichino e Guido Reni – è allestita all’interno del seicentesco Palazzo Mansi. Tra le varie eccellenze architettoniche, inoltre, si scoprono alcune meravigliose piazze, come la principale Piazza Napoleone – conosciuta anche come Piazza Grande – delimitata dal Palazzo Ducale e dal Teatro del Giglio, noto teatro di tradizione. Estremamente caratteristica è, invece, Piazza Anfiteatro che si sviluppa, con le sue abitazioni variopinte e ricche di piccole finestre, a forma circolare, ricalcando l’antica cerchia muraria di epoca romana.

Proseguendo nel nostro percorso, non dimentichiamo che Lucca è anche una città dedita alla musica, dal momento che, tra gli altri, ha dato i natali al grande compositore Giacomo Puccini, la cui abitazione è divenuta un vero e proprio museo, meta di pellegrinaggio da parte degli appassionati di opera lirica.

Dopo questa breve panoramica su quanto si erge all’interno delle mura perimetrali, meritevole di attenzione è anche tutto ciò che si sviluppa all’esterno delle stesse. Oltre ai vasti prati verdi ben curati, che lambiscono le pareti e anticipano le diverse porte, nella parte moderna della città, Lucca si contraddistingue anche per la variegata campagna presente nei suoi dintorni. Il contatto tra l’apparato urbano e la natura è diretto, se consideriamo che in pochissimi minuti dal centro è possibile raggiungere casolari, ville e piccole frazioni immerse tra i frutteti. Molto vicine sono, inoltre, le strepitose località marittime della Versilia e le spiagge del viareggino. Se a ciò aggiungiamo anche la prossimità ad altre importantissime città d’arte – prima fra tutte Pisa – è evidente che la zona del lucchese ha tutte le qualità per essere una meta ideale per le ferie.

Non mancano, per giunta, eventi di particolare importanza, i quali contribuiscono a rendere animata la città. Nel periodo estivo, infatti, si può cogliere l’occasione per partecipare al Lucca Summer Festival, dedicato alla musica pop e rock, mentre a novembre si può prendere parte al Lucca Comics & Gamesl’ormai celebre fiera dedicata al fumetto, all’animazione e ai videogame.

In conclusione, dopo aver cercato di tratteggiare le linee essenziali di questo posto meraviglioso, il nostro invito è sicuramente quello di andare a scoprire o – per chi già l’avesse visitata – riscoprire questa vera e propria perla della Toscana. Del resto, un semplice articolo non può essere minimamente bastevole per restituire la portata e la molteplicità di sensazioni che Lucca è capace di donare. Passeggiare tra le sue stradine e i suoi vicoli, disegnati a misura d’uomo, può offrire l’occasione e il privilegio di assaporare una rara forma di armonia, difficile da riscontrare nel caos e nella frenesia delle grandi metropoli. Immergersi nelle sue campagne, ascoltando il fruscio del fiume Serchio, è quanto di più si possa consigliare per rilassarsi, prima di tornare alla quotidianità.

Ebbene, se dopo il vostro soggiorno a Lucca, vi verrà voglia di acquistare lì casa e di viverci per sempre, sappiate che non sarete i soli.

Article by Angelo Potenza

<p>Nato a Potenza nel 1993. Dopo aver conseguito la maturità classica nella sua città natale, si è iscritto alla facoltà di Giurisprudenza della Università “Federico II” di Napoli.<br /> Appassionato di Diritto, Politica e Storia, vuole mettere le conoscenze, che vanno maturandosi negli anni di formazione, a disposizione di una sana informazione.</p>

Comments: no replies

Join in: leave your comment