Appuntamenti

“La Scugnizzeria”: tra Scampia e Melito traffico di libri e altre merci

Al confine tra Scampia e Melito, grazie all’impegno di Rosario Esposito La Rossa – editore di Marotta&Cafiero – si continuerà a parlare di spaccio, ma rivoluzionando totalmente il significato di una parola finora associata a una realtà di degrado e illegalità. Il giovane Cavaliere della Repubblica ha, infatti, investito il suo tempo e molte risorse nell’allestimento di una libreria peculiare, La Scugnizzeria, dove si farà traffico di libri, si coinvolgeranno i ragazzi in progetti che molte periferie napoletane non avevano mai conosciuto prima e, per una buona volta, al di fuori del tradizionale contesto scolastico, la cultura sarà fulcro della nascita di nuove amicizie e compagnie, ma – soprattutto – di nuovi individui.

La Scugnizzeria, uno spazio di ben centoquaranta metri, non sarà una semplice biblioteca ma un luogo atto alla vendita di diversi prodotti tipici come cd musicali, vino, miele e artigianato, tanto più a ospitare varie attività come corsi di scrittura, editoria, grafica e giornalismo, e una vera e propria Scuola di Teatro, sotto la coordinazione dell’attrice di VoDiSca Maddalena Stornaiuolo. Insomma, si tratterà di una promozione della cultura e dell’arte in ogni sua forma, piuttosto che della semplice produzione e del commercio di libri. Immancabile, naturalmente, un biliardino in memoria della scomparsa della vittima innocente di camorra, Antonio Landieri, che perse la vita tredici anni fa, mentre vi giocava con degli amici.

La biblioteca di Rosario Esposito La Rossa si propone di incentivare un flusso culturale che finora non ha avuto modo di essere, di fare della cultura non semplicemente un prodotto da vendere ma un momento di realizzazione creativa personale che possa entrare nella quotidianità di chi cerca nuove forme di diletto e aggregazione. Non sarà più necessario spostarsi nel centro della metropoli napoletana, perché ritrovi di questo tipo, adesso, possono trovarsi anche dietro casa.

Tra le iniziative sono inoltre previsti cineforum e mostre fotografiche, nonché un vero e proprio ospedale dei libri, in cui divenire chirurghi della letteratura e riparare opere danneggiate dagli anni, dando loro una nuova possibilità di raccontare la propria storia piuttosto che finire in una pattumiera. E poiché anche La Sugnizzeria sta offrendo a Scampia l’opportunità di ricucirsi e raccontarsi sotto una diversa prospettiva, oltre alla vendita di prodotti provenienti dai beni confiscati alla criminalità è previsto, all’interno del nuovo locale, un piano ecologico con la raccolta di vecchie mercanzie come medicinali scaduti, lampadine, pile e toner.

Tutto quello che può apparire fisicamente o moralmente marcio e senza speranza, con questo nuovo, grande progetto scopre un’opportunità di rilancio, diviene un punto di partenza da cui poter creare qualcosa di utile e proficuo.

L’inaugurazione della nuova enolibreria – che, tra gli altri vedrà intervenire Luigi de Magistris (Sindaco di Napoli), l’On. Michela Rostan, Apostolos Paipais (Presidente dell’VIII Municipalità), Claudio Di Pietro (Consigliere dell’VIII Municipalità) e Mina Welby (Co-Presidente Ass. Luca Coscioni) – avrà luogo sabato 23 settembre alle ore 18:00, presso il parco Prima Casa, in via Circumvallazione esterna 20/A, Fab. B N18, Melito di Napoli. Un grande sostegno che si può dare a tale impresa è, innanzitutto, la propria presenza.

Cominciate col fare ciò che è necessario, poi ciò che è possibile. E all’improvviso vi sorprenderete a fare l’impossibile. – San Francesco d’Assisi

“La Scugnizzeria”: tra Scampia e Melito traffico di libri e altre merci
Clicca per commentare

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top