Arrow
Arrow
Diane Arbus e lo specchio scuro della fotografia
Slider

Diane Arbus e lo specchio scuro della fotografia

0 arbus

Diane Arbus, nella retrospettiva del 1972, diciassette anni dopo la celebre mostra La famiglia dell’uomo organizzata nel 1955 da Edward Steichen, riuscì ad attirare una folla piuttosto importante al Museum of Modern Art. All’esposizione di Steichen si era tentato di far convergere cinquecentotre fotografie di duecentosettantatre fotografi di sessantotto Paesi per dimostrare che l’umanità è […]

Tina Modotti, la fotografa rivoluzionaria

0 modotti

Assunta Adelaide Modotti, Assuntina poi chiamata Tina per distinguerla dalla madre omonima, nasce a Udine il 17 agosto 1896 da una tipica famiglia friulana, dedita all’emigrazione, con cui vive dapprima in Austria tra il 1898 e il 1905 e poi si trasferisce a San Francisco nel 1913. Nel capoluogo natio restano alcuni parenti, tra cui […]

Matilde Serao: due racconti e una vita

0 aaaa

Contributo a cura di Ernesto Nocera Quella di Matilde Serao, prima donna italiana ad aver fondato e diretto un quotidiano, Il Mattino, di certo, fu una vita tra le lettere. Figlia del giornalista Francesco Serao, sin da piccola l’ambiente della redazione di un giornale fu per lei qualcosa di familiare, sebbene imparò a leggere e a scrivere solo […]

Robert Capa, fotografo di guerra

0 robert-capa

Robert Capa, pseudonimo di Endre Ernő Friedmann, fu sempre perentorio e lapidario nei suoi pensieri così come nelle sue immagini lucide attraverso le quali immortalò la storia dei più drammatici conflitti contemporanei, a partire da quello di Spagna del 1936 fino alle prime battaglie del Vietnam nel 1954. Nato da famiglia ebrea il 22 ottobre […]

I negativi e le diapositive su lastra di vetro: albumina e collodio

0 vetro

Claude Felix Abel Niépce de Saint-Victor introdusse il procedimento delle lastre di vetro albuminate e l’utilizzo del vetro come supporto del negativo. A tal proposito, utilizzò una miscela composta da chiaro d’uovo sbattuto combinato con ioduro di potassio e cloruro di sodio. Il suo scopo era quello di approfondire gli esperimenti sulle tecniche fotomeccaniche condotti […]

Il “Gambrinus”, il caffè degli scrittori

0 gambrinus-1

È il più famoso, nonché unico superstite degli antichi caffè napoletani: è il mitico Gambrinus, che da due secoli si trova all’angolo tra Piazza Trieste e Trento e Piazza del Plebiscito, una delle cartoline di Napoli. Di esso e di quei giornali che erano nati ai suoi tavolini, a fine Ottocento, Marcellin Pellet nel suo diario […]

Paul Cézanne e l’armonia parallela alla natura

0 cézanne-3

Paul Cézanne, nato ad Aix-en-Provence il 19 gennaio 1839, nella prima fase della sua arte si avvicina soprattutto a Courbet, a Manet e agli impressionisti, visti come i veri protagonisti della pittura del suo tempo. Interessandosi, poi, al gruppo dei giovani “ribelli” e seguendo l’amico Zola, si sposta a Parigi, dove partecipa alla prima mostra […]

Gennarino Capuozzo: un piccolo, grande eroe

0 genn

Nel 1943, all’imperversare della Seconda guerra mondiale, Napoli si trovava nella morsa tedesca. L’esercito della grande potenza teutonica stava piegando, incontrastato, o almeno credeva, la città partenopea. Rumori di spari con grida di morte accompagnavano lo scempio dei Tedeschi quando, inaspettatamente, i civili insorsero in una protesta corale. Un esempio di orgoglio e forza di […]

Dylan Dog, l’indagatore dell’incubo

0 dylan_dog

Camicia rossa, giacca nera, jeans e scarpe Clarks: è così che veste Dylan Dog, l’indagatore dell’incubo. Creato da Tiziano Sclavi – che si è ispirato esteticamente all’attore Rupert Everett –, il personaggio, le cui storie sono state pubblicate a partire dal 1986 da Sergio Bonelli Editore (prima Editoriale Daim Press), è un ex agente di […]

Otto ed Elise Hampel: quando la scrittura si oppose al Führer

0 Ahampel-1024x438

Ogni movimento rivoluzionario è romantico per definizione, Antonio Gramsci ne era fermamente convinto. Probabilmente, dovevano pensarla così anche Otto Hampel e sua moglie Elise Lemme, autori di una romantica rivoluzione armata di parole, volta al combattimento del Terzo Reich. Alla loro coraggiosa storia, resa nota dalla penna del celebre scrittore Hans Fallada si ispirò, con […]

Purgatorio ad Arco: porte aperte alla città

0 DSC_1717

Purgatorio ad Arco e il culto delle anime pezzentelle rappresentano una tappa imprescindibile per chi voglia realmente comprendere la storia della città e immergersi nell’anima più profonda della cultura napoletana, tra arte, fede, vita e morte. L’ha dichiarato Francesca Amirante, curatrice del Complesso Museale di Santa Maria delle Anime del Purgatorio ad Arco, la quale […]

Cianotipia e kallitipia: tecniche di stampa fotografica

0 tecnica

Gli esperimenti dell’astronomo J. Herschel sui sali d’argento, condotti nel 1840 in relazione allo spettro luminoso, portarono a prendere in considerazione altri sali metallici, e fra questi, quelli del ferro. In una relazione del 1842, intitolata Sull’azione dei raggi luminosi dello spettro solare sui colori vegetali e su alcuni nuovi processi fotografici, lo studioso descrisse […]

Edgar Degas e l’innato bisogno di ordine formale

0 degas

L’opera di Edgar Degas, nato a Parigi nel 1834, fu caratterizzata da un innato bisogno di ordine formale e alimentata dallo studio costante degli antichi maestri italiani. La sua arte lo distinse fin dai tempi dell’Impressionismo, separandolo dalla visione cromaticamente più libera degli esponenti puri di tale corrente pittorica. Nonostante il suo legame con i […]

La fotografia e i suoi procedimenti negativo/positivo: il calotipo e la carta salata

0 negativo-positivo

William Henry Fox Talbot, parallelamente a Niépce e Daguerre, condusse i suoi primi esperimenti nell’ambito della fotografia nel 1833 nella sua tenuta in Inghilterra, sensibilizzando all’azione della luce alcuni fogli di carta con sali d’argento. Il procedimento era semplice: si prendeva un foglio di carta, lo si imbeveva in un bagno di acqua con disciolto del comune […]

“Don Chisciotte della Mancha”: Lorenzo, un giovane poeta

0 lorenzo

La vicenda di Doña Clara e Don Luis ci ha mostrato un Don Chisciotte impossibilitato all’azione, nonostante le numerose vicissitudini verificatesi all’interno della locanda intorno a un numero altissimo di personaggi. A partire dal secondo volume dell’opera, l’ormai celebre hidalgo torna a essere il solo protagonista degli eventi narrati, pur presentandosi come un personaggio decisamente […]

Caino e Abele: l’errare umano e l’architettura

0 caino-e-abele

Dalla primitiva separazione dell’umanità in nomadi e sedentari derivano due modi di abitare il pianeta con una concezione dello spazio completamente diversa. I sedentari, abitanti della città, possono essere considerati gli architetti del mondo; i nomadi invece, abitanti dei deserti e degli spazi vuoti, gli anarchitetti, sperimentatori avventurieri che utilizzano l’architettura per trasformare il paesaggio. Già […]

Henry Cartier-Bresson e il momento decisivo

0 bresson

Henry Cartier-Bresson, nato in Francia il 22 agosto 1908, è stato l’autore più emblematico del fotogiornalismo contemporaneo. L’ideologia della sua opera è racchiusa in un concetto breve ma estremamente lucido: una fotografia è il riconoscimento simultaneo, in una frazione di secondo, da una parte del significato di fatto, e dall’altra dell’organizzazione rigorosa di forme percepite visualmente, […]

La fotografia e dove tutto ebbe inizio: il dagherrotipo

0 dagherrotipo

Il dagherrotipo, nato nel 1837 dalla collaborazione tra J. Nicéphore Niépce e L. J. Mandé Daguerre, era un’immagine fotografica realizzata su un supporto di rame argentato che veniva perfettamente lucidato per essere sensibilizzato alla luce. La lastra, una volta preparata, veniva esposta ai vapori di iodio che, combinandosi con l’argento, la predisponevano per l’esposizione nella […]

La tragedia greca antica relazionata al dolore

0 ifigenia

La tragedia è imitazione di un’azione seria e conclusa, dotata di grandezza, con un discorso reso piacevole, differentemente per ciascun elemento nelle sue parti, di persone che agiscono “direttamente” e non tramite narrazione, la quale imitazione, attraverso compassione e paura, porta ad effetto la catarsi di siffatte passioni. È così che Aristotele, nella sua Poetica […]

Lo spirito dell’eterna erranza: il ka

0 ka

L’eterno errare, la forza vitale: è questo il concetto egiziano del ka. Un’idea che porta con sé la memoria delle pericolose e lunghe migrazioni paleolitiche. La sua rappresentazione geroglifica, composta da due braccia alzate, indica l’energia sovrannaturale che viene trasmessa dalla divinità come infusione diretta dall’alto in una sorta di abbraccio protettivo. Un simbolo che, allo stesso […]

Caravaggio: una vita di luci e ombre

0 caravaggio3

Michelangelo Merisi nacque a Milano nel 1571, ma visse per un lungo periodo in un piccolo comune in provincia di Bergamo, Caravaggio, da cui la sua famiglia proveniva, quando nella città natia scoppiò la peste. Da quel momento, fu per questo nominato il Caravaggio. Pittore straordinario, ebbe una vita movimentata e vissuta con incredibile intensità. […]

Gustav Klimt: “Tutta l’arte è erotica”

0 klimt

Nato a Vienna nel 1862, Gustav Klimt dominò con la sua arte la Secessione Viennese. Con questo termine si intendono i movimenti artistici che, tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento, in Germania e Austria, ebbero l’obiettivo di portare l’arte oltre i confini della tradizione accademica. Insieme a diciannove artisti, infatti, nel 1897, il […]

Frida Kahlo e l’amore che meritava

0 frida

Magdalena Carmen Frida Kahlo y Calderón nacque il 6 luglio del 1907, anche se dichiarava di essere nata nel 1910, anno in cui iniziò la rivoluzione messicana per porre fine alla dittatura del Generale Diaz. Grazie al padre, fotografo e pittore, con il quale aveva un rapporto speciale, trascorse un’infanzia meravigliosa e, nonostante fosse malato, […]

“A Dangerous Method”, tra il piacere e la morale

0 method

Siamo a Zurigo, nell’anno 1904, quando la diciottenne russa Sabina Spielrein viene trasportata, recalcitrante, in carrozza dal padre presso l’ospedale Burghölzli, per essere curata dallo giovane psichiatra Carl Gustav Jung. Inizia così il film A Dangerous Method (2011), ambientato tra la Svizzera e Vienna e basato sulla biografia di Sigmund Freud, Gustav Jung e Sabina […]

Pablo Picasso: Cubismo d’avanguardia

1 Aself-portrait-1907

Tutti i movimenti d’avanguardia succedutisi tra il 1874 e il 1905 puntarono con una certa insistenza – nella loro polemica antitradizionalista – sul nuovo significato assegnato al colore. Un cammino inarrestabile che volse all’integrale autonomia del linguaggio artistico, passando attraverso la “rivoluzione” cubista. Il Cubismo – termine originato da una battuta ironica – nacque dal rapporto […]

L’Anti-Walk: la visita dadaista, la deambulazione surrealista e la deriva lettrista

0 antiarte

Parigi, 14 aprile del 1921. I dadaisti si diedero appuntamento di fronte alla chiesa di Saint-Julien-le-Pauvre, inaugurando una serie di escursioni urbane nei luoghi della città considerati “banali”. Fu la prima di una lunga serie di deambulazioni, caratterizzate come forma dell’anti-arte, un’operazione estetica assolutamente consapevole, corredata da comunicati stampa, volantini e documentazione fotografica. Il tema […]

Giacomo e Carlo Brogi, fotografi a Napoli

0 brogi-1

Giacomo Brogi nacque a Firenze il 6 aprile 1822, figlio di Carolina Porri e Gaetano Brogi. Fin da bambino, andò a lavorare presso lo stabilimento dell’editore Bartelli, frequentò la scuola dell’incisore Perfetti e, infine, si cimentò nell’attività di ritoccatore di stampe presso il calcografo Achille Paris che, a sua volta, divenne fotografo. Nel 1846 sposò […]

L’italiano e l’influenza di lingue lontane

0 italiano

La lingua italiana porta con sé un bagaglio storico-culturale che rivela l’evoluzione di un popolo nel corso di secoli di sottomissioni e battaglie per l’indipendenza e l’unità nazionali. Si è soliti guardare al nostro idioma come a un mero frutto del latino, lingua che ha dato origine anche a molte altre, ma, da ancor prima […]

Camminare: una pratica estetica che trasforma il paesaggio

0 camminare1

Camminare: un’azione appresa con difficoltà nei primi anni di vita, destinata a divenire qualcosa di automatico, di immediato. È proprio attraverso questo movimento che l’uomo ha cominciato a costruire il paesaggio naturale che lo circonda. “Attraversare lo spazio” ha rappresentato, sin dai primordi, una necessità finalizzata alla ricerca di cibo e di informazioni utili per […]

“A cosa servono le ragazze”: quando Elizabeth Cochran rivoluzionò il giornalismo

0 Efotohome2T1

What Girls Are Good For, A cosa servono le ragazze, è il titolo di un articolo pubblicato nel 1885 sul Pittsburgh Dispatch da Erasmus Wilson, editorialista di punta della testata americana, che suscitò non poche polemiche. Nel pezzo, infatti, il giornalista sostenne che la sfera di appartenenza delle donne fosse quella casalinga dove spettava loro […]

Stolpersteine, un sampietrino d’ottone per inciampare nella storia

0 Stolperstein-2

Nelle grandi città come Berlino, le persone – che siano semplici turisti o distratti abitanti del posto – tendono, per lo più, a passeggiare con la testa rivolta verso l’alto. Sarà per via della maestosità del luogo, dell’imponenza dei monumenti, dello slancio dei nuovi palazzi costruiti dopo la fine della guerra, delle insegne luminose dei negozi in Friedrichstraße, […]

Giorgio Sommer, il fotografo di Sua Maestà il Re d’Italia

0 giorgio_sommer

Giorgio Sommer nacque a Francoforte sul Meno la sera del 2 settembre 1834 da Giorgio e Anna Margaretha Gauff. Trascorse un’infanzia serena, resa possibile dall’agiatezza economica del padre, e appena ventenne cominciò a praticare a livello professionale l’arte della fotografia, appresa soprattutto grazie al tirocinio presso la ditta Andreas e Figli di Francoforte. Già nel 1850, […]